AMI, F-35: SUPERATE LE 2000 ORE DI VOLO PER L’ADDESTRAMENTO NEGLI USA

Prosegue a ritmo sostenuto l’addestramento del personale dell’Aeronautica Militare presso il Pilot Training Center – PTC di Luke Air Force Base, negli USA, dove i caccia di V generazione F-35A italiani, impiegati per l’addestramento di piloti e istruttori, hanno tagliato il traguardo delle 2000 ore di volo.

“Le 2.000 ore di volo sono un traguardo importante – ha detto Daniele Mastroberti, Comandante della Rappresentanza Militare Italiana – RMI di Eglin in Florida, da cui dipende il distaccamento in Arizona – a testimonianza di come le sinergie in atto fra la componente manutentiva statunitense e la sezione tecnica di Luke siano una realtà solida e ben rodata, che permette di mantenere alti livelli di efficienza e disponibilità dei velivoli, garantendo significativi ritorni addestrativi ed operativi”.

A celebrare l’evento tutto il personale della RMI di Eglin insieme al personale assegnato alla locale Sezione Tecnica del distaccamento della base Luke, che proprio recentemente ha incrementato la sua flotta accogliendo il terzo Lockheed Martin F-35A, ed il personale tecnico di Lockheed Martin e Pratt & Whitney che effettua l’approntamento al volo e la manutenzione dei velivoli.

​Il distaccamento di Luke è una realtà interforze, alle dirette dipendenze della Direzione di Programma JSF del Segretariato Generale della Difesa, che si occupa di gestire l’addestramento di tutto il personale militare italiano, piloti, tecnici e manutentori, sia dell’Aeronautica Militare sia della Marina Militare, designato ad operare sui velivoli F-35 nazionali, nelle versioni “A” a decollo convenzionale e “B” a decollo corto ed atterraggio verticale.