COPERNICUS EMERGENCY: ACCORDO E-GEOS – JRC UE

Il Joint Research Centre – JRC, il servizio interno della Commissione Europea che regola i rapporti con le PMI attraverso l’assegnazione di contratti di servizio, ha firmato con il consorzio guidato da e-GEOS il contratto “Copernicus Emergency Management Risk and Recovery”.

e-GEOS è orgogliosa di guidare con successo questo nuovo team che vede collaborare efficacemente partner internazionali con l’unico obiettivo comune di garantire l’erogazione di servizi di altissima qualità all’Unione Europea e ai propri utenti – ha commentato Massimo Claudio Comparini, Amministratore Delegato di e-GEOS e responsabile della Linea di Business Geoinformazione di Telespazio -. Con il supporto dei suoi azionisti industriali, Leonardo e Telespazio, e dell’Agenzia Spaziale Italiana, e-GEOS continua a investire in nuove tecnologie, e punta a confermare la sua leadership quale fornitore di servizi nell’ambito del programma europeo Copernicus”.

L’intesa prevede la fornitura di mappe satellitari e dati digitali, relativi all’intero pianeta, da utilizzare nella gestione delle emergenze causate da terremoti, inondazioni, incendi e frane, nonché nelle situazioni di emergenza causatedall’uomo e nei casi di crisi umanitarie.

L’attività di Emergency Management Risk and Recoveryentra così a far parte dei servizi operativi che e-GEOS opera dal 2012, nel settore della gestione delle emergenze, per il programma europeo di osservazione della Terra Copernicus.

Nell’ambito del Copernicus Emergency Management Services, l’azienda italiana è alla guida di un consorzio composto dalle controllate GAF (Germania) e Telespazio Ibèrica (Spagna), dai partner ITHACA (Italia), SIRS e Universitàdi Strasburgo (Francia), IABG (Germania) e GMV (Portogallo). Il team acquisisce ed elabora i dati satellitari provenienti principalmente da piattaforme di telerilevamento e rende disponibili le mappe entro poche ore dall’attivazione del servizio da parte degli utenti autorizzati (stati membri dell’Unione e stati che partecipano al programma Copernicus, servizi della Commissione europea e agenzie dell’UE).

Le mappe satellitari prodotte illustrano con precisione le aree colpite da un disastro naturale o da una crisi umanitaria.