DIFESA: L’ITALIA ENTRA NEL PROGRAMMA TEMPEST 

Avio Aero, Elettronica, Leonardo e MBDA hanno annunciato l’intenzione di collaborare con le aziende della difesa UK, BAE Systems e Rolls Royce, per le attività relative al Combat Air System Tempest, il velivolo militare di nuova generazione annunciato dal Regno Unito lo scorso anno.

Siamo orgogliosi – ha detto a Spazio-News Magazine Riccardo Procacci, CEO di Avio Aerodi far parte di questa collaborazione strategica che rappresenta l’opportunità unica per la nostra azienda, per il settore cui apparteniamo e per l’Italia di mettere a disposizione la propria leadership industriale attraverso lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia e competenze nel campo della propulsione aeronautica, facendo leva sul bagaglio di esperienze acquisite anche grazie al programma EJ200″.

Secondo l’accordo, i partner lavoreranno insieme per definire un concetto innovativo e un modello di partnership che preveda la condivisione delle competenze acquisite, la definizione dei requisiti di prodotto e lo sviluppo tecnologico congiunto di sistemi di difesa aerea.

“Grazie alla lunga collaborazione con l’industria italiana siamo convinti che questa partnership tra i nostri due paesi si adatti alla perfezione al Tempest e fornisca prova del crescente slancio legato a questo impegno internazionale – ha aggiunto Charles Woodburn, Amministratore Delegato di BAE Systems -. L’annuncio di oggi rafforzerà le collaborazioni esistenti con MBDA e Leonardo, centrali nel nostro lavoro inteso a esprimere tutto il potenziale del Typhoon, contestualmente allo sviluppo congiunto delle future tecnologie della difesa aerea a beneficio di entrambi i paesi”.

La firma della Dichiarazione di Intenti, avvenuta durante il Salone londinese DSEI – Defence & Security Exhibition International (in programma fino al prossimo 13 settembre), fa seguito all’impegno britannico e dei governi italiani verso una stretta collaborazione nell’ambito della difesa aerea. I rispettivi governi hanno confermato la comune intenzione di mantenere una forte base industriale al fine di sviluppare le competenze sinergiche e strategiche.

In previsione della firma di questo accordo, le industrie UK e Italiane hanno collaborato ad uno studio iniziale al fine di valutare la fattibilità di un approccio comune sui sistemi di difesa aerea. Molte le aree identificate come utili allo sviluppo di ulteriori sinergie, in particolare tra aziende come Leonardo e MBDA, gia’ fortemente integrate.