IOT, 5G E ROBOTICA: A MATERA IL PRIMO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DEL CNR

Il Centro inter-dipartimentale di Matera nasce perché il Consiglio ha individuato in questa località un luogo importante, e per certi aspetti unico, dove portare le proprie competenze scientifiche e tecnologiche, mettendole al servizio di un progetto di innovazione della città. Il progetto, basato sulle tecnologie emergenti (IoT, 5G, Blockchain, Robotica e Intelligenza Artificiale – IA) e sulle loro applicazioni, contribuisce a rendere Matera un esempio straordinario di storia e innovazione”. Con queste parole il Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche – Cnr, Massimo Inguscio, ha annunciato la nascita del primo Centro interdipartimentaleCid del Cnr.

Il Cid di Matera, prevede il coinvolgimento di 4 Dipartimenti: Dipartimento di ingegneria ict e tecnologie per l’energia e i trasporti – Diitet che ne è anche il proponente, il Dipartimento di scienze umane patrimonio culturale – Dsu, il Dipartimento di scienze fisiche e tecnologie della materia – Dstfm e il Dipartimento di Scienze del sistema terra e tecnologie per l’ambiente – Dstta.

A coordinare il Cid sarà la dirigente di ricerca Gelsomina Pappalardo che, insieme al Comitato di gestione del Centro composto dai delegati dei direttori dei dipartimenti coinvolti, dovrà organizzare e gestire la nuova sede, coordinando le varie attività progettuali già in essere e ampliando le collaborazioni del Cnr sul territorio.