PARTITI I LAVORI PER IL NUOVO PIANO NAZIONALE DEGLI AEROPORTI

La scorsa settimana, il presidente dell’Ente Nazionale Per l’Aviazione Civile – Enac, Pierluigi Di Palma, e il direttore generale Alessio Quaranta hanno incontrato i consulenti che affiancheranno l’Ente nell’aggiornamento e nella revisione critica del Piano Nazionale degli Aeroporti e nella conduzione della procedura di Valutazione Ambientale Strategica – VAS dello stesso.

Si è infatti tenuto il kick-off meeting con i rappresentanti del Raggruppamento Temporaneo di Imprese – RTI composto da AECOM URS Italia SpA, AECOM INOCSA S.L.U, AECOM Limited, To70 B.V. e Università degli Studi di Bergamo, che si è aggiudicato il contratto di appalto, per concordare modalità e termini della loro consulenza.

“Al termine dell’incontro, è stato stabilito un serrato calendario di incontri, finalizzato a procedere con celerità nelle fasi iniziali di raccolta e analisi dei dati alla base del nuovo Piano – si legge nella nota diffusa dall’Ente -. Considerata l’importanza del Piano Nazionale nelle future politiche di trasporto, l’indirizzo e il monitoraggio delle attività avviate oggi, saranno assicurati dall’ENAC attraverso una Direzione Strategica affidata al Presidente Avvocato dello Stato Pierluigi Di Palma, al Direttore Generale dott. Alessio Quaranta e al Direttore Centrale programmazione economica e sviluppo infrastrutture Ing. Claudio Eminente”.

Il nuovo Piano Nazionale degli Aeroporti vuole costituire il primo capitolo del più ambizioso Piano Generale dei Trasporti che il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ha in programma di predisporre.

Per tale ragione lo sviluppo del Piano vedrà un coinvolgimento di Enti e soggetti istituzionali interessati nel settore dei trasporti, a testimonianza del fatto che l’integrazione intermodale deve essere l’elemento fondante della pianificazione strategica della mobilità nazionale, insieme alla sostenibilità ambientale.