PIAGGIO AEROSPACE: ACCORDO CON AL SAIF PER 10 AVANTI EVO

La scorsa settimana, al salone internazionale dell’aviazione d’affari NBAA-BACE di Las Vegas, il Commissario Straordinario di Piaggio Aerospace, Vincenzo Nicastro, e Sheikh Khalifa Al Saif, presidente di Al Saif Aviation, hanno firmato l’accordo per 10 velivoli P-180 Avanti EVO.

Sono entusiasta di poter rinnovare il mio impegno sull’Avanti EVO, dal momento che rappresenta, con le sue performance da jet e costi operativi da turboelica, il miglior aereo executive presente oggi sul mercato – Ha commentato il presidente Khalifa Al Saif -. Come viaggiatore d’affari, ho sempre apprezzato l’Avanti EVO per la sua moderna aerodinamica e l’ampia cabina. Ora che vediamo che Piaggio Aerospace è tornata sul mercato, siamo felici di rafforzare ulteriormente la nostra partnership e di investire nel lungo termine. Crediamo fermamente in un futuro di grande successo”.  

L’intesa prevede che il primo velivolo sarà consegnato entro la seconda metà del 2020 e che Al Saif Aviation, società del gruppo Al Saif Trading Est., agirà come agente e distributore per le aree del Medio Oriente, Nord Africa e alcuni Paesi chiave in Europa.

“L’accordo con Al Saif è il primo segnale di forte di fiducia che arriva dal settore privato, a dimostrazione del fatto che Piaggio Aerospace sta tornando a tutti gli effetti sul mercato. La Società non ha mai avuto un portafoglio ordini di tale entità nel corso della sua storia recente – ha aggiunto Nicastro -. Con la firma di ulteriori contratti nelle prossime settimane, dovremmo essere in grado di riportare Piaggio Aerospace alla piena operatività. Posso oggi dichiarare che stiamo raggiungendo il nostro obiettivo di rendere la società appetibile per un nuovo proprietario”.  

Con un portafoglio ordini totale, tra contratti già in esecuzione e contratti prossimi alla firma, di circa 838 milioni di Euro il Commissario Nicastro è ora pronto ad avviare il processo di vendita della società. È prevista infatti a breve la formale autorizzazione da parte del Governo italiano all’esecuzione del programma e, dunque, a pubblicare il bando per la vendita.

Negli ultimi 9 mesi, l’azienda italiana, in amministrazione straordinaria dal dicembre 2018, ha finalizzato ordini per un controvalore totale di 270 milioni di Euro, principalmente nelle Business Unit Motori e Customer Service. Ulteriori nuovi contratti, per un controvalore totale di 568 milioni di Euro, dovrebbero arrivare entro la fine del 2019.