PRODUZIONE INDUSTRIALE: TIMIDI SEGNALI POSITIVI A OTTOBRE

“A ottobre l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenta dell’1,3% rispetto a settembre. Nella media del trimestre agosto-ottobre il livello della produzione cresce dell’11,7% rispetto al trimestre precedente”. A renderlo noto è l’Istituto Nazionale di Statistica – ISTAT.

L’indice destagionalizzato mensile mostra un aumento congiunturale apprezzabile per i beni strumentali (+2,6%), un incremento più contenuto per i beni intermedi (+1,3%) e ancora più ridotto per i beni di consumo (+0,7%); viceversa, diminuisce nel comparto dell’energia (-3,0%).

Corretto per gli effetti di calendario, nel decimo mese del 2020, l’indice complessivo diminuisce in termini tendenziali del 2,1%, i giorni lavorativi di calendario sono stati 22 contro i 23 di ottobre 2019.

Flessioni tendenziali caratterizzano tutti i comparti; la riduzione è meno pronunciata per i beni intermedi (-1,0%) e i beni strumentali (-1,2%), mentre risulta più rilevante per i beni di consumo (-4,1%) e l’energia (-2,7%).

I settori di attività economica che registrano i maggiori incrementi tendenziali sono la fabbricazione di mezzi di trasporto (+5,6%), la fabbricazione di apparecchiature elettriche (+4,0%) e le altre industrie (+3,5%).

Le flessioni più ampie si registrano nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori e nella fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati, -17,4% per entrambi i settori.