PROGETTO LISA-PF: VITALE PREMIATO CON LA TYCHO BRAHE MEDAL 2020

È stata conferita a Stefano Vitale, docente del Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento – UniTrento, la Tycho Brahe Medal 2020 per il suo ruolo alla guida della missione ESA Laser Interferometer Space Antenna Pathfinder – LISA-PF.

LISA-Pathfinder è stata una missione di successo dell’ESA, preparatoria alla realizzazione del primo osservatorio spaziale per onde gravitazionali di bassa frequenza, LISA, che volerà nel 2034. Come precursore, LISA-PF aveva lo scopo di mettere a punto le tecnologie necessarie agli ambiziosi obiettivi della missione LISA, dimostrando che è possibile controllare e misurare con una precisione altissima il movimento di due masse in condizioni di caduta libera. – ha detto Barbara Negri, responsabile dell’Unità Esplorazione Universo dell’Agenzia Spaziale Europea . La realizzazione dello strumento LISA Technology Package – LTP è stata guidata dal prof. Stefano Vitale, il Principal Investigator, che ha avuto la leadership scientifica della missione e la responsabilità di consegnare lo strumento all’ESA”.

La missione LISA Pathfinder dell’Agenzia Spaziale Europea – ESA, lanciata a dicembre 2015 e conclusasi a giugno dello scorso anno, ha permesso di aprire una nuova strada all’esplorazione dell’universo. Ha messo alla prova il concetto di rivelazione di onde gravitazionali dallo spazio, dimostrando che è possibile controllare e misurare con una precisione altissima il movimento di due masse di prova, in lega d’oro e platino, in una caduta libera gravitazionale quasi perfetta.

LISA Pathfinder ha così preparato il terreno per la costruzione del vero e proprio osservatorio spaziale LISA, il cui lancio in orbita è previsto nel 2034. Un nuovo ambizioso obiettivo che l’UE ha previsto fra le tre missioni di più vasta scala nel suo programma di sviluppo Cosmic Vision del prossimo ventennio.