RICERCA & BLUE ECONOMY: NASCE IL “GENOVA BLUE DISTRICT”

Presso i Magazzini dell’Abbondanza di Genova, nel cuore della città vecchia, nasce il “Genova Blue District”, un luogo in cui coniugare formazione, ricerca, business nei settori strategici del mare e della crescita blu.

Tra i partner dell’iniziativa ci sono: il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Università, Comune di Genova e il Centro di Competenza-Start 4.0. A stabilirlo è il protocollo di intesa siglato a metà febbraio, che fissa anche le linee di indirizzo di questo nuovo soggetto destinato ad aggregare e mettere a sistema tutte le qualificate competenze sul tema già presenti sul territorio.

L’obiettivo del “Genova Blue District” è quello di essere un catalizzatore di aziende, istituzioni ed enti di ricerca a livello nazionale ed internazionale, con l’obiettivo di avviare e promuovere processi di innovazione, attrarre nuovi investimenti, e rappresentare una vera e propria vetrina per le opportunità di crescita economica derivanti dal settore della Blue Economy. Questo attraverso azioni di trasferimento tecnologico, valorizzazione di programmi, progetti e iniziative di ricerca coerenti con la “Blue Growth”, e una costante attività di networking con soggetti di riferimento come cluster tecnologici e poli di innovazione. In parallelo, il Distretto svolgerà un ruolo di alta formazione e divulgazione a favore della società ad ampio raggio: cittadinanza, aziende, enti del territorio.

Parte centrale del Distretto è l’Open Innovation City, una piattaforma di innovazione che invita i protagonisti della città a riunirsi in team di lavoro per sviluppare servizi e applicazioni: ruolo chiave del Distretto è, infatti, anche quello di dare impulso all’economia della città di Genova attraverso progetti che guardino allo sviluppo intelligente e alla sostenibilità della città intersecando varie tematiche: infrastrutture, ambiente, turismo, cultura, valorizzazione delle risorse naturali e occupazione.