ACCORDO CASSA DEPOSITI E PRESTITI – DIFESA PER L’AMMODERNAMENTO INFRASTRUTTURALE

Cassa depositi e prestiti SpA ha firmato con il Ministero della Difesa, il protocollo d’intesa per l’aggiornamento del parco infrastrutture militari.

L’accordo, siglato dal Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e dall’Amministratore Delegato di CDP Fabrizio Palermo, prevede l’avvio di iniziative di valorizzazione, riammodernamento o riqualificazione ambientale ed energetica del parco infrastrutture, degli ambienti di lavoro e delle strutture delle Forze Armate.

Nel Protocollo è inclusa la collaborazione di Difesa Servizi SpA, società in house del Ministero, tra le cui attribuzioni rientrano anche le attività di gestione economica dei beni immobili della Difesa.

Tra gli obiettivi della Difesa assume particolare rilevanza il programma di dismissione delle strutture militari, tra le quali le caserme, non più utilizzate per le proprie finalità istituzionali.

“Grande attenzione è rivolta anche al recupero, all’ammodernamento ed allo sviluppo del parco infrastrutturale della Difesa e volti ad assicurare il miglioramento della qualità degli ambienti di lavoro delle Forze Armate, il contenimento dell’impatto ambientale delle strutture militari il rafforzamento del livello di integrazione tra le strutture e il tessuto urbano e sociale circostante – si legge nella nota diffusa dalla Difesa -. In tal senso l’accordo rappresenta un ulteriore passo in avanti grazie alla possibilità di stipulare specifici accordi attuativi diretti all’implementazione di diversi obiettivi.

Tra gli altri: valorizzazione, riammodernamento o riqualificazione ambientale ed energetica delle strutture militari; eventuale acquisizione di edifici militari oggetto di programmi di dismissione del Ministero della Difesa; promozione e incremento della quota di impianti rinnovabili da posizionare nelle aree logistiche ed in quelle operative dei sedimi in uso alla Difesa; promozione di attività afferenti all’innovazione tecnologica anche mediante investimenti da attuarsi facendo ricordo ad uno o più fondi alternativi di tipo chiuso gestiti da società di gestione collettiva del risparmio autorizzate da Banca d’Italia, in start-up e PMI a carattere innovativo; l’attuazione del programma del Ministero di dismissione delle strutture militari, in particolare le caserme.

Prevista anche una possibile collaborazione di CDP Venture Capital Sgr, per la gestione di uno o più fondi di investimento alternativi di tipo chiuso, la cui politica di investimento sia focalizzata sullo sviluppo di nuove tecnologie e applicazioni afferenti al settore della difesa.

ha firmato con il Ministero della Difesa, il protocollo d’intesa per l’aggiornamento del parco infrastrutture militare.

L’accordo, siglato dal Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e dall’Amministratore Delegato di CDP Fabrizio Palermo, prevede l’avvio di iniziative di valorizzazione, riammodernamento o riqualificazione ambientale ed energetica del parco infrastrutture, degli ambienti di lavoro e delle strutture delle Forze Armate.

Nel Protocollo è inclusa la collaborazione di Difesa Servizi S.p.A., società in house del Ministero, tra le cui attribuzioni rientrano anche le attività di gestione economica dei beni immobili della Difesa.

Tra gli obiettivi della Difesa assume particolare rilevanza il programma di dismissione delle strutture militari, tra le quali le caserme, non più utilizzate per le proprie finalità istituzionali.

“Grande attenzione è rivolta anche al recupero, all’ammodernamento ed allo sviluppo del parco infrastrutturale della Difesa e volti ad assicurare il miglioramento della qualità degli ambienti di lavoro delle Forze Armate, il contenimento dell’impatto ambientale delle strutture militari il rafforzamento del livello di integrazione tra le strutture e il tessuto urbano e sociale circostante – si legge nella nota diffusa dalla Difesa -. In tal senso l’accordo rappresenta un ulteriore passo in avanti grazie alla possibilità di stipulare specifici accordi attuativi diretti all’implementazione di diversi obiettivi.

Tra gli altri: valorizzazione, riammodernamento o riqualificazione ambientale ed energetica delle strutture militari; eventuale acquisizione di edifici militari oggetto di programmi di dismissione del Ministero della Difesa; promozione e incremento della quota di impianti rinnovabili da posizionare nelle aree logistiche ed in quelle operative dei sedimi in uso alla Difesa; promozione di attività afferenti all’innovazione tecnologica anche mediante investimenti da attuarsi facendo ricordo ad uno o più fondi alternativi di tipo chiuso gestiti da società di gestione collettiva del risparmio autorizzate da Banca d’Italia, in start-up e PMI a carattere innovativo; l’attuazione del programma del Ministero di dismissione delle strutture militari, in particolare le caserme.

Prevista anche una possibile collaborazione di CDP Venture Capital Sgr, per la gestione di uno o più fondi di investimento alternativi di tipo chiuso, la cui politica di investimento sia focalizzata sullo sviluppo di nuove tecnologie e applicazioni afferenti al settore della difesa.