CIRA: REGISTRATA IN CINA LA PIATTAFORMA STRATOSFERICA

Prosegue il percorso di sviluppo dedicato allo studio e alla progettazione di piattaforme stratosferiche che ha portato il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali – CIRA a registrare, nel corso del 2020, due disegni industriali, in ambito comunitario ed internazionale, e a depositare una prima domanda di brevetto relativo alla Piattaforma Stratosferica Ibrida Tattica Italiana.

In tal senso è arrivata, nelle scorse settimane, la notizia della recente concessione in Cina della registrazione dei disegni industriali.

“Lo scopo – si legge nella nota del CIRA -, è di proteggere, anche a livello internazionale, la portata innovativa della soluzione ibrida che consentirà di traguardare sia una classe di velivoli stratosferici tattici di dimensioni contenute, 50-200 kg peso totale, in grado di trasportare un payload di 5-30 kg, sia piattaforme di dimensioni maggiori, 500-700 kg peso totale, con payload di 100 – 150 kg”.