DUE NUOVI ELICOTTERI AW-139 PER I VIGILI DEL FUOCO

“Con la consegna dei primi due elicotteri AW139 ai Vigili del Fuoco, aventi marche di registrazione VF-139 e VF-140, Leonardo e il Corpo hanno consolidato oggi un importante collaborazione ai fini del potenziamento della capacità di risposta alle richieste di soccorso e alle emergenze nel nostro Paese – si legge nella nota diffusa dall’Ex Finmeccanica -. L’evento, celebrato oggi presso lo stabilimento di Vergiate di Leonardo in presenza di rappresentanti del Governo e Autorità locali, è un momento importante nel percorso di miglioramento delle capacità del servizio aereo dei Vigili del Fuoco che, a partire da oggi, potranno contare sull’elicottero più moderno al mondo per operazioni di ricerca e soccorso (SAR) in mare e ambiente montano, soccorso medico, antincendio e protezione civile”. 

Sono oltre 816.000 le missioni di soccorso e antincendio effettuate ogni anno in Europa, Italia compresa, e gli AW139, che sostituiranno progressivamente gli elicotteri AB412 in servizio ormai da decenni, saranno impiegati dai Reparti volo del Corpo, distribuite su tutto il territorio nazionale per garantire copertura ottimale e una risposta più rapida in caso di necessità.

Il Corpo dei Vigili del Fuoco riceverà il terzo AW139 quest’anno, come previsto dal contratto di circa 45 milioni di euro firmato nel 2018. Il contratto include anche supporto logistico integrato e l’addestramento di piloti e tecnici e comprende un’opzione per ulteriori 12 elicotteri.

I primi due AW139 saranno dislocati presso il Centro Aviazione di Roma Ciampino per esigenze di formazione e addestramento degli equipaggi del Corpo nazionale.

“Vera e propria spina dorsale delle capacità di elisoccorso in Italia, l’AW139 è utilizzato da Aeronautica Militare, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Guardia Costiera e molti operatori di soccorso medico – conclude la nota di Leonardo -. Gli AW139 dei Vigili del Fuoco sono dotati di un’ampia gamma di equipaggiamenti come verricello di recupero, gancio baricentrico per l’impiego di benna antincendio, radar meteo, sistema di comunicazione satellitare, sistema elettro-ottico, console di missione ad alta definizione sviluppata da Leonardo e sistema di trasmissione dati”.

Dispongono, inoltre, di un avanzato sistema anticollisione di progettazione italiana, di visori notturni, faro di ricerca, galleggianti e scialuppe di salvataggio, megafono, strumentazione medicale.

Il cockpit è caratterizzato da tecnologia avionica allo stato dell’arte, un avanzato autopilota sviluppato per lo svolgimento di operazioni di ricerca e soccorso e ampi display che consentono un accesso chiaro, immediato e agevole a tutte le informazioni di volo e di missione con conseguente riduzione del carico di lavoro dell’equipaggio, permettendogli così di concentrarsi maggiormente sulla missione.