L’80% DELLE IMPRESE È IN SOLIDITÀ

Oltre l’80% delle imprese, che rappresentano più del 90% del valore aggiunto, prevedono di trovarsi in una situazione di completa (41,3%) o parziale (39,5%) solidità entro la prima metà del 2022. Poco più del 3% si giudica invece gravemente a rischio. A dirlo è l’Istituto Nazionale di Statistica – ISTAT, attraverso l’ultimo studio pubblicato dal titolo “Situazione e prospettive delle imprese dopo l’emergenza sanitaria Covid-19”.

Il 9,4% delle imprese ha aumentato il personale nella seconda metà del 2021 mentre un altro 12,1% sta assumendo.

Ma tra queste quasi i due terzi segnalano difficoltà a reperire le competenze necessarie.

Per quasi un quarto delle imprese i fattori di rischio per la crescita sono l’indebolimento della domanda e gli ostacoli nell’acquisire gli input produttivi.