PUGLIA, U-SPACE: NUOVO PASSO IN AVANTI PER IL PROGETTO RPASINAIR

Significativo passo in avanti verso la realizzazione del progetto RPASinAir, che avvia concretamente il programma Grottaglie Airport Test Bed per i droni”. Questo il risultato dell’incontro organizzato dal Distretto Tecnologico Aerospaziale Pugliese – DTA la scorsa settimana a Brindisi.

Il progetto RPASinAir, che coinvolge oltre 14 partner industriali e accademici, punta ad abilitare un servizio innovativo di monitoraggio e controllo del territorio che impieghi i dati raccolti dai droni operanti nello spazio aereo non segregato, in modo da individuare elementi di rischio e sollecitare le procedure di prevenzione e mitigazione. Le attività di test vedranno, per la prima volta, l’impiego dell’elicottero a pilotaggio remotizzato SW4-SOLO di Leonardo, equipaggiato con antenna satellitare e pilotato attraverso un collegamento a banda larga.

La sperimentazione, che sarà resa possibile grazie ad un link diretto tra le infrastrutture laboratoriali e la Pilot Station presso l’aeroporto di Grottaglie e il Centro Spaziale del Fucino, dimostrerà come un controllore di traffico aereo, fornito di strumenti e funzioni innovativi di Air Traffic Management – ATM, può essere in grado di controllare le operazioni aeree con droni, secondo le attuali regole del volo e con il mantenimento dei massimi livelli di Safety.

Queste attività di test è in linea con l’European ATM Master Plan: Roardmap for the safe integration of drones into all classes of airspaces del SESAR JU, per l’integrazione in sicurezza dei droni in tutte le classi di spazio aereo.

F. C.