STAMPA 3D, MARSHALL LA UTILIZZA PER I COMPONENTI AERONAUTICI

Marshall Aerospace and Defence Group utilizza la stampa 3D FDM di Stratasys per realizzare i componenti destinati ai suoi velivoli militari e civili.

La stampa 3D on-demand di parti certificate per il volo consente a Marshall di produrre componenti più leggeri rispetto a quelli realizzati con i metodi tradizionali, con una maggiore rapidità e a costi ridotti.

Secondo Chris Botting, ingegnere addetto ai materiali, ai processi e alla fabbricazione additiva per Marshall ADG, la capacità di creare parti precise, ripetibili e affidabili stampate in 3D utilizzando materiali avanzati certificati per il settore aerospaziale è il fattore chiave per ottenere i requisiti necessari in termini di performance per le applicazioni di volo.

“Per la fabbricazione in programmi di ingegneria complessi abbiamo bisogno di un metodo in grado di creare un condotto preciso, complesso, funzionale e leggero in modo efficiente e con costi di attrezzaggio minimi. È qui che si inserisce perfettamente la stampa 3D. Ma abbiamo anche bisogno di garantire che il condotto prodotto sia approvato per il volo dall’EASA –  ha detto Botting – Di conseguenza, stiamo utilizzando la stampante FDM Stratasys Fortus 450mc e la resina ULTEM™ 9085, un materiale di stampa 3D resistente e allo stesso tempo leggero, caratterizzato da un’elevata resistenza termica e chimica. Questa scelta si è rivelata fondamentale per rispettare i rigidi requisiti del settore, dal momento che ora possiamo stampare in 3D parti con i requisiti di fiamma, fumo e tossicità desiderati da utilizzare all’interno del velivolo”.