EI, SICUREZZA DEL PAPA: IMPEGNATO IL SISTEMA ANTI-DRONE DEL COMACA

Si è svolta la scorsa domenica la visita di Papa Francesco a Camerino, città colpita dal sisma che ha interessato il centro Italia nell’ottobre 2016.

Durante la giornata gli uomini e donne dell’operazione “Strade Sicure” inquadrati nel Raggruppamento Umbria – Marche, hanno supportato la Gendarmeria Vaticana per garantire al Pontefice una adeguata cornice di sicurezza anche con l’impiego di assetti del Centro di Eccellenza Counter M/M APR (Mini/Micro Aeromobili a Pilotaggio Remoto) di stanza a Sabaudia (LT) specializzati nel contrasto alla minaccia dei droni anche attraverso il sistema radar e counter-uav sviluppato da IDS Ingegneria dei Sistemi.

Il Centro di Eccellenza è stato costituito nel Marzo 2019 nella sede di Sabaudia, e posto alle dipendenze del Comando Artiglieria Controaerei – COMACA, quale polo nazionale a valenza interforze, e si pone l’obiettivo di integrare funzionalità di ricerca e sviluppo, nelle aree tecniche, dottrinali, concettuali e formative.

Il Raggruppamento Umbria – Marche, oltre agli uomini e le donne del 10° Reggimento Genio Guastatori, ha avuto in concorso unità provenienti dal 32° reggimento Carri della Brigata Ariete, dal 9° reggimento Alpini e dal 28° reggimento Comunicazioni operative ed ha assunto la responsabilità dell’Operazione “Strade Sicure” nel centro Italia dal dicembre scorso.

Dall’inizio dell’operazione, i militari dell’Esercito operanti nel cento Italia, grazie all’addestramento effettuato, hanno percorso oltre 600000 km con 50 veicoli tattici, controllando 4189 mezzi e 19282 persone, effettuando alcuni fermi e arresti soprattutto per porto abusivo di strumenti atti ad offendere, implementando la percezione di sicurezza e di vicinanza ai cittadini, in particolare di quelli che vivono nelle zone colpite dal sisma, nelle provincie di Perugia, Macerata, Ascoli Piceno ed Ancona.

Un pensiero su “EI, SICUREZZA DEL PAPA: IMPEGNATO IL SISTEMA ANTI-DRONE DEL COMACA

I commenti sono chiusi.