ESA: LA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE È SOTTO IL COMANDO ITALIANO

Luca Parmitano ha preso ufficialmente il comando della Stazione Spaziale Internazionale – ISS, dal cosmonauta russo Alexei Ovchinin.

Grazie all’Europa e all’Italia – ha detto Parmitano nel corso del passaggio di consegne avvenuto in collegamento con la Terra – Userò poche parole, ma la prima che voglio usare è gratitudine per te comandante Ovchinin, se la missione fino a qui è stata un successo è merito della tua leadership e ti userò come esempio. Sono grato per essere stato scelto come comandante e grato al mio Paese, perché se sono qui è grazie all’educazione che ho avuto, all’Accademia Aeronautica e a tutti quelli che hanno partecipato alla mia educazione”.

La cerimonia, conclusa dal suono simbolico di una campanella di ottone, ha segnato ufficialmente l’inizio della missione Expedition 61 e della seconda parte della missione Beyond. L’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea – ESA manterrà il ruolo di responsabile della sicurezza degli equipaggi e della Stazione per la parte restante della sua permanenza a bordo che si concluderà a febbraio 2020, quando farà ritorno sulla Terra dopo circa sette mesi.

Il Colonnello dell’Aeronautica Militare, alla sua seconda missione spaziale di lunga durata dopo “Volare” dell’Agenzia Spaziale Italiana – ASI nel 2013, è partito per Beyond lo scorso 20 luglio con un lancio dal cosmodromo russo di Baikonur, in Kazakhstan, in occasione del 50° anniversario della conquista della Luna da parte dell’Apollo 11.