ESA, MISSIONE GIOVE: AIRBUS AVVIA L’INTEGRAZIONE DELLA SONDA JUICE

La sonda dell’Agenzia Spaziale Europea JUICIE, dopo aver viaggiato attraverso i diversi stabilimenti UE, ha raggiunto il centro di integrazione satellitare di Airbus, in Germania, per la sua integrazione finale.

JUICE, acronimo di JUpiter ICy moons Explorer, dovrebbe, entro la fine dell’anno, essere equipaggiata con gli ultimi componenti di bordo, tra cui elettronica, i sistemi di comunicazione, l’isolamento termico e i vari strumenti scientifici, prima di poter essere inviata al centro per i test spaziali ESTEC dell’ESA, per le campagne di test del vuoto termico ambientale e di fatto prepararsi così al viaggio che la porterà fino al sistema di Giove.

La sonda spaziale UE, del peso di 5,2 tonnellate, partirà nel maggio 2022 per il suo viaggio di circa 600 milioni di chilometri con una data di arrivo prevista, su Giove, per ottobre 2029.

JUICE trasporterà 10 avanzati strumenti scientifici, tra cui telecamere, spettrometri, un radar in grado di attraversare il ghiaccio, un altimetro, un esperimento radio-scientifico e sensori volti a studiare i campi magnetici e le particelle cariche del sistema gioviano.

“JUICE effettuerà un viaggio senza eguali intorno a Giove, effettuando uno studio approfondito di tre lune ghiacciate che potrebbero contenere degli oceani: Ganimede, Europa e Callisto – si legge nella nota diffusa da Airbus Defence & Space -. Negli ultimi mesi la struttura di JUICE, costruita e assemblata da Airbus a Madrid, è stata completata con il suo sistema di propulsione chimica presso il sito di Ariane Group per formare il corpo del veicolo spaziale”.

Secondo i progetti della missione ESA, la soda trascorrerà più di 3 anni nel sistema di Giove, raccogliendo dati per fornire risposte sulle condizioni per la formazione del pianeta e l’emergere della vita.