SICUREZZA, TECNOLOGIA E AMBIENTE, SE NE PARLA AL TECHNOLOGY FOR ALL 2019

Un sms avviserà la popolazione civile sui rischi per le calamità naturali. Che si tratti di un evento meteorologico estremo o di un’alluvione, di una frana, un terremoto o un’eruzione vulcanica, sarà possibile informare coloro che si trovano nelle vicinanze del pericolo imminente, fornendo anche indicazioni sulle procedure di emergenza e sui soccorsi. E’ questo lo scopo di “IT-Alert”, la nuova piattaforma sviluppata dal Dipartimento della Protezione Civile, attualmente in fase di sperimentazione e che sarà operativa dal luglio del prossimo anno.

Tutti i dettagli su questo servizio saranno presentati in occasione di “Technology for All – TFA 2019”, VI edizione del forum dedicato all’innovazione tecnologica per il territorio, l’ambiente e i beni culturali.

L’evento, che vede anche la partecipazione di Spazio-News Magazine in qualità di media partner, si svolgerà nei giorni 4 – 6 dicembre prossimi a Roma presso l’Istituto Superiore Antincendi – ISA, la scuola di alta qualificazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Al TFA 2019 parteciperanno circa 80 relatori di enti, università e aziende specializzate. Tra i protagonisti del forum, nuove soluzioni hi-tech come i laser scanner, georadar 3D, droni, sistemi di navigazione e posizionamento, immagini satellitari e realtà virtuale e aumentata.

Il nuovo sistemaIT-Alert”, similmente a quanto già realizzato in altri Paesi europei e non, consentirà di agganciare tutti i cellulari presenti nella zona interessata dall’emergenza e di inviare un sms d’allerta e le indicazioni per evitare pericoli.

Potrà essere attivato a livello centrale, ma anche dal singolo sindaco dell’area colpita.

Sarà anche disponibile una app per gli smartphone che, tramite la geolocalizzazione, proporrà informazioni aggiornate e personalizzate sugli eventuali rischi.

Questo sistema sarà illustrato dal Dipartimento della Protezione Civile nella prima sessione di “Technology for All 2019”, che prevede anche la presentazione del geoportale dei Vigili del Fuoco per le emergenze, del nuovo satellite “Prisma” sviluppato dall’Agenzia Spaziale Italiana – ASI per il monitoraggio dei cambiamenti ambientali e la gestione delle risorse naturali, della piattaformaAware” di e-Geos per il controllo e la gestione di attività e infrastrutture critiche, e dei servizi geoinformativi di Planetek per il monitoraggio dell’evoluzione della superficie terrestre.

Il programma di “TFA 2019” sarà aperto giovedì 5 dicembre dalla conferenza inaugurale, con la presenza delle autorità, a cui seguiranno sei sessioni dedicate a osservazione della Terra, sicurezza del territorio, geolocalizzazione e mapping, servizi 5G, dati geospaziali, droni per il monitoraggio delle infrastrutture.

La seconda giornata di venerdì 6 dicembre prevede invece altre 8 sessioni dedicate ai kit di monitoraggio sul campo, gestione dei beni culturali, BIM – Building Information Modeling, sistemi realtà aumentata, virtuale e mista, GIS – Geographic Information System, immagini satellitari, tecnologie sostenibili per ingegneria e archeologia.

Oltre alle sessioni congressuali, il forum prevede anche un’area espositiva con gli stand di enti di ricerca e aziende specializzate, oltre ad un’area all’aperto per le dimostrazioni operative.

Il forum “Technology for All”, organizzato da MediaGEO in collaborazione con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ha ricevuto tra gli altri i patrocini da: ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Lazio, Comune di Roma, CNR, CINECA, Università Sapienza di Roma, AGIT, AMFM, Centro Conservazione Restauro Venaria Reale, ASITA, Associazione Italiana Insegnanti di Topografia, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, Collegio Provinciale dei Geometri di Roma, NITEL, Società Geografica Italiana, Italia Nostra, MIMOS, INST, GbTimes, GEOWEB, Cinitalia.