GUERINI: INDUSTRIA, TERRORISMO E COOPERAZIONE, AL CENTRO DELLA VISITA NEGLI USA

Tra Italia e USA esiste una solida amicizia, improntata al comune impegno nella lotta al terrorismo e per la sicurezza internazionale. Una relazione storicamente privilegiata, che bisogna rafforzare il più possibile”. Con queste parole il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, è intervenuto al termine della visita ufficiale negli Stati Uniti d’America.

Tre giorni durante i quali Guerini, accolto a Washington dall’Ambasciatore Armando Varricchio, ha svolto una serie di incontri istituzionali presso il Congresso degli USA, la Casa Bianca e il Pentagono.

Confronti positivi e costruttivi su un’ampia gamma di temi, dall’Iraq alla situazione in Libia, dall’Afghanistanal fianco sud dell’Alleanza. Nonché sulle sfide che arrivano dal Medio Oriente, dal Nord Africa e dal Sahel – si legge nella nota diffusa dal Ministero della Difesa -. Questi gli argomenti ai tavoli dei bilaterali. Centralità di dossier che riflette la solidità delle relazioni tra i due Paesi, nonché l’alto livello di cooperazione militare e industriale”.

Durante la visita USA, il Ministro si è anche recato alla Casa Bianca, dove è stato ricevuto dal Senior Advisor del Presidente Trump, Jared Kushner, promotore del recente piano di pace per il Medio Oriente, mentre presso il Congresso americano è avvenuto l’incontro con i membri del Comitato Difesa della Camera dei Rappresentanti, il Senatore Mac Thornberry, capogruppo repubblicano della Commissione Difesa, e il Senatore Adam Smith, Presidente del Comitato Forze Armate alla Camera.

Il Ministro Guerini ha, inoltre, avuto modo di incontrare esponenti dell’industria italiana della Difesa ed i principali Centri studi americani del settore Difesa e Sicurezza.