IATA: RIMANE DEBOLE IL CARGO AEREO A MAGGIO

Il trasporto aereo di merci è diminuito a maggio del 3,4% rispetto allo stesso mese 2018. Si tratta di un leggero miglioramento rispetto alla contrazione del 5,6% in aprile. In termini destagionalizzati, il livello dei volumi movimentati è aumentato modestamente per il terzo mese consecutivo, suggerendo che il punto più basso di questo ciclo potrebbe essere alle nostre spalle, sebbene il mercato rimanga debole.
La capacità di trasporto, misurata in tonnellate di merci disponibili, è aumentata dell’1,3% su base annua nel maggio 2019. La crescita delle capacità ha superato di gran lunga la crescita della domanda per il 13° mese consecutivo.
Questi in sintesi generali i dati elaborati dall’Associazione internazionale del trasporto aereo (IATA) relativi all’andamento del traffico cargo nel mese di maggio.

La domanda ha sofferto di volumi commerciali globali molto deboli e di tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Ciò ha contribuito al calo dei nuovi ordini di esportazione. L’indicatore per i nuovi ordini di esportazione manifatturieri, parte dell’indice globale dei responsabili degli acquisti (PMI), indica ordini in calo dal settembre 2018.
“L’impatto della guerra commerciale USA-Cina sui volumi di trasporto aereo a maggio è stato chiaro. La domanda su base annua è diminuita del 3,4% – ha sottolineato Alexandre de Juniac, direttore generale e Ceo IATA –. È la prova del danno economico che viene fatto quando vengono eretti gli ostacoli al commercio. Sono ben accetti gli sforzi rinnovati per alleviare le tensioni commerciali che si verificano a margine dell’incontro del G20. Ma anche se questi sforzi hanno successo a breve termine, il ripristino della fiducia delle imprese e il crescente commercio richiederanno tempo. E possiamo aspettarci che il duro ambiente imprenditoriale per il trasporto aereo continui”.

Le compagnie aeree dell’Asia-Pacifico e del Medio Oriente hanno subito forti cali di crescita anno su anno dei volumi di merci trasportate a maggio, mentre Nord America ed Europa hanno registrato cali più moderati. Africa e America Latina hanno entrambe registrato una crescita della domanda di trasporto aereo rispetto a maggio dello scorso anno.
Le compagnie aeree dell’area Asia-Pacifico hanno registrato a maggio una contrazione del 6,4% rispetto allo stesso periodo 2018. La guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina e le condizioni di produzione più deboli per gli esportatori della regione hanno avuto un impatto significativo sul mercato
La contrazione di volumi cargo per le compagnie aeree nordamericane è stata dell’1,6. La capacità aumentata dell’1,4% nell’ultimo anno. Il recente allentamento della crescita può essere in parte attribuito al calo dei volumi degli scambi globali e alle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. I volumi movimentati tra Asia e Nord America sono diminuiti di quasi l’8% in termini annuali.
Le compagnie aeree europee hanno registrato un calo dello 0,2% della domanda di. Un miglioramento significativo rispetto alla contrazione del 6,9% di aprile. Le condizioni di produzione più deboli per gli esportatori in Germania, le indicazioni di un rallentamento dell’economia regionale e la persistente incertezza sulla Brexit hanno influito sulla performance. Capacità aumentata del 2,5% anno su anno.
I volumi di merci delle compagnie aeree mediorientali sono diminuiti del 6,9%. La capacità è diminuita dell’1,6%. Una chiara tendenza al ribasso della domanda internazionale di merci per via aerea destagionalizzata è ora evidente con l’indebolimento dei volumi di trasporto aereo da / verso il Nord America e verso / da parte dell’Asia-Pacifico contribuendo a una performance più contenuta. Ancora una volta, questi flussi riflettono la più ampia debolezza dei volumi del commercio globale, combinata con l’impatto della ristrutturazione dei modelli di business delle compagnie aeree attualmente in corso nella regione.
Le compagnie aeree dell’America Latina hanno registrato un aumento della domanda di merci nel mese di maggio 2019 del 2,7% rispetto allo stesso mese 2018 e la capacità è aumentata del 6,6%. Con i volumi internazionali in calo dello 0,5% nello stesso periodo, l’aumento totale evidenzia una buona performance nei mercati del trasporto aereo nazionale della regione.
I vettori africani hanno registrato la crescita più rapida di qualsiasi regione a maggio, con un aumento della domanda dell’8% rispetto allo stesso periodo del 2018. Continua la tendenza al rialzo che è stata evidente dalla metà del 2018 e rende l’Africa la più forte per il terzo mese consecutivo. La capacità è cresciuta del 13,4% su base annua. Il rafforzamento dei legami commerciali e di investimento con l’Asia ha sostenuto un aumento a due cifre dei volumi di trasporto aereo tra le due regioni nell’ultimo anno.